Disturbi del sonno

La medicina del sonno e i principali disturbi del sonno

Il sonno richiede circa un terzo della nostra vita ed è molto importante per il benessere del nostro corpo. Scopriamo quali sono i disturbi del sonno.

Indipendentemente dalla causa, la privazione del sonno interferisce con alcune delle funzioni di base del nostro corpo, causando spesso ovvie conseguenze sul livello di comportamento e sulla qualità della salute.

I recenti cambiamenti nel mondo occidentale hanno un impatto negativo sul sonno notturno: questo porta alla nascita della medicina del sonno negli anni ’60, che è legata alla diagnosi e al trattamento di questo disturbo.

I disturbi del sonno non devono essere sottovalutati, poiché influenzano anche le ore diurne, influenzano negativamente l’avanzamento del lavoro, le relazioni sociali e l’intero ambito psicologico del soggetto, oltre ad aumentare il rischio di contrarre l’infezione, sviluppare malattie metaboliche e cardiovascolari.

Come hanno dimostrato gli esperti, una buona notte di sonno influenza la nostra aspettativa di vita più di ogni altro fattore.

I disturbi principali del sonno

  • insonnia
  • sindrome da apnea del sonno russante e ostruttiva (OSAS)
  • bruxismo
  • sindrome delle gambe senza riposo
  • epilessia notturna
  • sonnambulismo
  • narcolessia
  • disturbi del sonno nei bambini

La diffusione dei disturbi del sonno è molto elevata, ma solo una piccola parte di coloro che ne soffrono sono adeguatamente inquadrati e trattati. Un trattamento adeguato richiede benefici immediati durante il giorno, come perdita di sonnolenza e recupero della capacità lavorativa, nonché significativi benefici a lungo termine, con una chiara riduzione del rischio di sviluppare malattie correlate.

Proprio per questo motivo, è importante continuare a monitorare la qualità del sonno e prestare attenzione ai segnali di allarme, per trovare la terapia giusta in breve tempo grazie all’aiuto degli specialisti del sonno.

Come posso sapere se soffro di un disturbo del sonno?

Se ritieni di non riuscire a dormire bene o di essere stanco anche durante il giorno, potresti soffrire di disturbi del sonno. Per avere una visione più chiara di questa situazione, si consiglia di contattare il proprio medico o un centro specializzato in sonniferi.

Contattando la nostra segretaria, puoi visitare rapidamente il nostro specialista del sonno. Il team Sonnomedica è composto da vari medici esperti nella medicina del sonno – come pneumologi, neurologi, otorinolaringoiatri, dentisti, psicoterapeuti, nutrizionisti e chirurghi – che saranno in grado di gestire ogni problema in modo completo.

Dopo aver condotto i test diagnostici iniziali, verrà determinata la migliore terapia per ogni situazione, grazie a un approccio multidisciplinare e una particolare attenzione alle esigenze di ciascun paziente.

Disturbi del sonno

Quali sono i rimedi

La migliore medicina è identificare la causa del disturbo e capire se può essere rimosso. Prima di passare alla terapia farmacologica, ci sono alcuni consigli per una buona igiene del sonno:

  • vai a dormire e svegliati sempre allo stesso tempo, se possibile, anche nei fine settimana
  • usa la camera da letto solo per dormire, quindi evita di guardare la televisione o mangiare a letto
  • ridurre la nicotina, la caffeina e l’alcool durante il giorno
  • fare esercizio fisico regolare, ma non 3-4 ore prima di coricarsi
  • mettiti regolarmente al sole, perché questo promuove il corretto ritmo circadiano.

E se il problema diventa cronico?

Se le indicazioni precedentemente rivelate non sono conclusive, lo specialista può raccomandare diverse terapie farmacologiche, a partire dalla melatonina.

Inoltre, è possibile utilizzare benzodiazepine o ipnoinducenti, farmaci che promuovono l’aspetto del sonno.

Ci sono persone che lottano per addormentarsi ma poi dormono regolarmente; altri, d’altra parte, hanno molte difficoltà a mantenere un sonno costante e lungo. Altri tendono a svegliarsi molto presto, non riescono ad addormentarsi di nuovo: in quest’ultimo caso, il problema può essere correlato a disturbi depressivi e, al posto degli ipnoinduttivi, si consiglia di utilizzare antidepressivi.

Quando ci si deve rivolgere ad uno specialista

L’aiuto di uno specialista diventa importante quando la persona capisce che questo disturbo si estende nel tempo, influenzando in modo significativo la qualità della vita. Le malattie vissute dalla persona possono essere diverse: irritabilità, decentralizzazione sul posto di lavoro, difficoltà nel portare a termine progetti, problemi a mantenere l’attenzione per un lungo periodo di tempo: in presenza di questi sintomi, è bene consultare un medico.